• 17 Maggio 2022 05:29

Meteo2P

Previsioni meteo in costante aggiornamento su tutta la Puglia. Aggiornamenti sulle notizie dall’Italia.

Lago Maracaibo, il luogo più tempestoso al mondo! [VIDEO]

DiAlessio Colella

Apr 14, 2020

Lago Maracaibo / In questo articolo ci occupiamo semplicemente di una curiosità che arriva dal mondo. Diciamo che già dal titolo, vi aspettate più o meno la descrizione di quello che avviene in Venezuela, sul lago di Maracaibo. È il posto più elettrico e tempestoso al mondo considerando che per circa 160 giorni l’anni, cadono tantissimi fulmini sempre alla stessa ora. Un fenomeno “paranormale” che è stato di grande aiuto in passato, soprattutto per i marinai. Questo luogo, infatti, veniva (e viene tutt’ora) chiamato il Faro di Maracaibo, vista la forte luce che i fulmini provocavano. Andiamo più nel dettaglio, poi ci sarà un video dimostrativo.

Lago Maracaibo : un fenomeno straordinario che avviene in Venezuela

Ci troviamo in Venezuela, nei pressi del lago di Maracaibo, sopra al delta del fiume Catatumbo. Qui, come già accennato, avviene uno dei più grandi spettacoli climatici e meteorologici dell’intero pianeta. Due notti su tre, il lago viene squarciato da circa 280 fulmini all’ora visibili fino a 300 km di distanza. Da lontano lo spettacolo è “muto”.

In Venezuela viene definito “El Relámpago del Catatumbo” ed è stato documentato fin dalla fine del Cinquecento. Come detto, i fulmini sono stati una vera guida per i marinai e addirittura nel poema la Dragontea (1598) dello scritto Lope de Vega si narra della vicenda di Sir Francis Drake, il corsare che voleva conquistare Maracaibo, ma che fu “scoperto” dalla luce dei fulmini.

QUALI SONO LE CAUSE?

Il primo effetto ha a che fare con l’orografia del posto. Il lago è situato in una zona tropicale a ridosso del Mar dei Caraibi ed è circondato ad ovest dalla Sierra de Perijá e ad est dalla cordigliera delle Ande. Questo rappresenta un vero e proprio imbuto in cui si incanalano i venti caldi che tendono a salire sui fianchi delle montagne e a scontrarsi con aria più fredda in quota. Così si formano nubi convettive molto imponenti e cariche di elettricità.

Il secondo fattore è legato al metano prodotto dalla decomposizione del materiale organico presente sul delta del Catacumbo. Questo, salendo verso l’alto andrebbe ad alimentare il meccanismo di attivazione delle scariche elettriche all’interno della nube.

“I lampi sul lago di Maracaibo hanno sempre attratto turisti da ogni parte del mondo. Fino agli anni Duemila la località migliore per osservare il fenomeno era Congo Mirador, poche palafitte di pescatori. Dopo l’apertura di un nuovo canale però il villaggio si è ritrovato insabbiato e ha perso, purtroppo, popolazione e servizi. Da Congo Mirador in molti si sono trasferiti nella vicina Ologá, oggi la località migliore per i “cacciatori di fulmini”. Anche in questo caso si tratta di un villaggio di pescatori. 46 palafitte e 60 famiglie.” – si legge in un articolo.

Per tutti gli aggiornamenti vi invitiamo a restare collegati con la nostra pagina Facebook Meteo2P (LINK CLICCABILE QUI).

Alessio Colella

Laureato in Scienze del Clima con votazione 110 e lode/110, da sempre appassionato di meteorologia. Della vera meteorologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

google.com, pub-8429639495803071, DIRECT, f08c47fec0942fa0